• Psicomotricità infantile

  • crescita psicomotoria

Il progetto motorio proposto, si sviluppa attraverso esperienze senso-motorie che permettono al bambino (0-3 anni) di muoversi, di manipolare, di esplorare e di sperimentare l'ambiente. Durante le attività  di esplorazione e di gioco, il bambino mette alla prova le sue capacità, conosce se stesso, i propri limiti e i pericoli dell'ambiente, sviluppando senso di sicurezza e di autostima.

Ogni incontro 肨 strutturato dall'alternanza di due momenti ludico-motori:
  • - una fase di gioco senso-motorio in cui si soddisfa il naturale bisogno di movimento del bambino. Attraverso la ripetizione di esperienze che suscitano sensazioni piacevoli, il bambino interiorizza e apprende i movimenti. Nel corso del progetto, i bimbi hanno esplorato il loro corpo e l' ambiente circostante, hanno conosciuto la sensazione del disequilibrio, dell'equilibrio di volo, del rotolamento e dell'arrampicare.
  • - una fase di gioco pre-simbolico che si realizza attraverso l'uso di oggetti al di fuori del loro contesto originario (ad esempio, sacchetti della spesa che diventano mongolfiere, mantelli, coperte,...nastri colorati che diventano cinture,code, sciarpe,..). Attraverso il simbolo, il bambino integra aspetti cognitivi, sociali e affettivo-emotivi.
  • - una fase di gioco di rassicurazione profonda che rappresenta una cornice ludica che agevola il bambino nel processo di maturazione grazie ad attività‚  che richiamano la presenza/assenza (ad esempio giochi di svuotamento e riempimento, costruzione e distruzione di torri,..), l'esserci/non esserci (ad esempio giochi di nascondiglio, avvolgimento nei teli,...)che richiamano il desiderio di essere protetti e al sicuro. Infine, il gioco della casa o della costruzione di capanne e rifugi che rispecchiano l'ambiente protettivo e famigliare.
    Responsabile del progetto: Maddalena Marchesi, laureata in scienze motorie e sportive.